Via del Lavoro 13 - Bologna
Tel. 051 24 43 45
Fax: 051 199 32 107
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

visualizza la mappa

 

Storia ed attività

testi di Carlo Righi

La Carità amministrata nella grande Casa di Via del Lavoro 13 ha radici molto profonde. In questa sede già a partire dal primo dopoguerra Padre Marella e le sue consorelle cominciarono a ospitare e a sfamare moltissimi bisognosi. Sono più di settant'anni che nella Casa si sostengono e aiutano persone in difficoltà: è un'eredità morale che porta con sé una grande forza e una grande responsabilità.

Da quei lontani anni, la comunità di Via del Lavoro, che ora chiamiamo “Pronto Soccorso Sociale”, è cresciuta fino a diventare un porto di approdo per un grandissimo numero di poveri che ancora oggi vengono accolti o sostenuti in molti modi diversi. Questo grazie alla volontà e all'impegno di innumerevoli benefattori, operatori e volontari, nonché del nostro direttore Padre Gabriele.

Ai tempi di Padre Marella su questo terreno c'erano soltanto la chiesa di San Carlo Borromeo e San Vincenzo de' Paoli e un primo nucleo, relativamente piccolo,  dell'attuale struttura. Lo stabile originario, donato dalla benefattrice Carla Cicognari, in origine era adibito a scuola materna e per questo la mensa e il dormitorio venivano arrangiati nei sotterranei. Solo successivamente la Casa fu organizzata per una migliore e più stabile accoglienza dei bisognosi.

Grazie alla sua posizione centrale e al contesto sociale di marginalità in cui sorge, questa Casa è diventata sempre di più, attraverso i decenni, un punto di riferimento per molti poveri. Per questo l'Opera Marella ha creduto e investito in questo progetto e la struttura è stata più volte ingrandita e migliorata fino a diventare la Casa più grande della nostra Fraternità.

Il primo ampliamento risale ancora agli anni Cinquanta, grazie alla determinazione e l'impegno delle Consorelle Terziarie Francescane di Santa Gemma.

Tra il 1972 e il 1980, per iniziativa dei padri francescani Giuseppe Barigazzi e Gabriele Digani, il nostro attuale Direttore, la Casa fu quasi completamente ristrutturata e preparata per una capienza di venticinque posti. Il progetto di accoglienza divenne progressivamente un “Pronto Soccorso Sociale” simile a quello attuale: una comunità capace di accogliere gli ospiti in modo stabile e dignitoso, dotata di camere, di cucina e di lavanderia, nonché di varie possibilità di aiuto e di ascolto per molti bisognosi. Cominciò inoltre l'attività di riciclaggio dell'usato grazie all'impegno attivo degli ospiti, occupazione che ancora oggi è una delle caratteristiche importanti e virtuose del nostro progetto.

Alla fine degli anni 90 allo stabile originario è stata aggiunta una nuova struttura, molto più grande, che ha portato le possibilità di accoglienza ad un massimo di 70 posti.

Negli ultimi anni l'ospitalità è diventata sempre più attenta e specialistica, grazie all'introduzione di un'equipe di professionisti laureati, attualmente due psicologi e un educatore, che curano le accoglienze, l'organizzazione e i progetti educativi individuali. Al suo ingresso ogni ospite definisce insieme all'equipe gli obiettivi del suo percorso e la previsione della sua permanenza. Ogni volta che è possibile viene costruita una “rete” per sostenere il progetto dell'ospite e si creano collaborazioni con i Servizi Sociali Territoriali, l'Azienda dei Servizi alla Persona, i Centri di Salute Mentale, la Caritas, lo Sportello Lavoro e molti altri enti e realtà sociali. Le situazioni di vita che ci vengono portate sono talmente svariate, complesse e talvolta impensabili, che sarebbe difficile descriverlo. La nostra speranza, spesso soddisfatta, è che le persone possano uscire dalla comunità, se non proprio in completa autonomia, almeno avendo fatto un passo avanti per il miglioramento della propria condizione.

Il progetto prevede l'accoglienza di soli uomini e per un periodo che solitamente varia da qualche mese a un anno, anche se ci sono alcuni “ospiti storici” il cui progetto è ormai l'attesa della pensione. Quando possono permetterselo gli ospiti versano un contributo simbolico per la loro accoglienza, altrimenti si sdebitano collaborando con le attività della comunità che permettono il buon funzionamento anche degli aiuti ai poveri. Riteniamo importante che ciascuno faccia la sua parte e contribuisca all'accoglienza almeno con un po' di lavoro in base alle sue possibilità e ai suoi obiettivi, questo per una questione di giustizia e di dignità umana.

Abbiamo ospiti sia italiani che stranieri da molti parti del mondo; sia giovani che  più avanti negli anni. Sono moltissimi i bisognosi che chiedono di poter aver un posto. Tante richieste vengono direttamente dai Servizi Sociali e sono quelle che vengono privilegiate dato che costituiscono dei progetti generalmente più solidi e con maggiori possibilità di successo.

Agli ospiti viene fornito sostegno socio-educativo, vitto, alloggio, vestiti e il servizio di lavanderia. Per garantire tutte queste prestazioni, oltre alle tre persone dell'equipe dell'accoglienza, ci sono altri sette dipendenti: il responsabile della comunità, il responsabile del magazzino, una segretaria, due operatrici polivalenti, una cuoca e un operaio tecnico. Un grande aiuto è dato anche da alcuni preziosissimi volontari.

La comunità si sostenta in parte con i proventi dei magazzini del riuso, con le donazioni di beni (con tutto ciò che arriva dalle eccedenze delle mense, dai supermercati e dalle panetterie, è raro fare la spesa), in parte con i contributi degli ospiti, e in parte soprattutto con le offerte dei benefattori.

Dove siamo

CSL e CITTA' DEI RAGAZZI
Via dei Ciliegi 6, 40068 San Lazzaro di Savena, Bologna

Contatti

Fraternità Cristiana Opera Padre Marella - Città dei Ragazzi
Via dei Ciliegi, 6
40068 San Lazzaro di Savena - Bologna

AMMINISTRAZIONE
Tel: +39 0516255070
Cell: 3473852734
Fax: +39 0516255174
E-mail: amministrazione@operapadremarella.it

RECUPERO MOBILI
Bologna - Tel: 051244345
San Lazzaro e dintorni - Tel: 0516258776

PRONTO SOCCORSO SOCIALE e MERCATINO
via del Lavoro 13 - Bologna
Tel. 051 24 43 45
Fax: 051 24 12 00
e-mail: viadellavoro@operapadremarella.it